Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

9. Dicono del Film ''Dark Shadows''icona indice


Critica Italiana: [1]

  • Dario Zonta da L'Unità del 11 Maggio 2012: «Dark Shadows è campione di nostalgia, un concentrato post-moderno che recupera la cultura bassa e di serie B degli anni Settanta e ne fa un omaggio divertito e intelligente.»
  • Massimo Bertarelli da Il Giornale del 11 Maggio 2012: «Omaggio gotico di T. Burton ad una serie tv fine anni '60 che andava per la maggiore. Con che risultato? Sfornando uno dei personaggi meno empatici della galleria burtoniana ma dotato di sano humour british. Insomma senza nulla a pretendere (Peppino docet), un film superficiale , ma divertente.»
  • Fabio Ferzetti da Il Messaggero del 11 Maggio 2012: «C'era una volta Tim Burton, genio che ha reinventato il gotico e il comico con capolavori grondanti sentimento e divertimento. Ora c'è T.Burton il marchio, vittima del proprio mito,costretto a versare poche gocce di talento [...] l film è un semidisastro, visivamente bello ma inerte, zeppo di spunti ma incapace di coordinarli. E' proprio vero: ne uccide più il digitale che la spada.»
  • Alessandra Levantesi Kezich da La Stampa del 11 Maggio 2012: «Se la serie si prendeva sul serio , Burton tratta la materia nella chiave ironica sua tipica e gli conferisce il touch inconfondibile del suo stile visionario [...] Tuttavia in tanto smalto formale si avverte un vuoto : Burton inscena con l'usuale talento un teatrino popolato dei suoi pupazzi preferiti, però il suo cuore sembra stare da un'altra parte.»
  • Maurizio Porro da Il Corriere della Sera del 11 Maggio 2012: «Burton quando farà un film neorealista sarà finito, ma per ora non c'è pericolo. D.Shadows conferma talento anche da commediante [...]»
  • Roberto Nepoti da Repubblica del 11 Maggio 2012: «Anche le occasioni migliori sono sprecate in un racconto piatto e senza necessità.»
  • Compra il DVD o il Blu-Ray del Film

    Valerio Caprara da Il Mattino del 11 Maggio 2012: «[...] il mix stride qua e là, presenta vuoti che sembrano ascrivibili alla sceneggiatura, non crea la necessaria empatia con la platea a furia di ribaltamenti e, soprattutto, alterna come in una doccia scozzese evidenti cali di ritmo alle previste acme trascinanti.»

 

Critica Estera: [2]

  • Anthony Lane dal New Yorker del 15 Maggio 2012: «This is not so much a coherent movie as it is a long, expensive joke in search of a purpose.»
  • Christopher Orr dal The Atlantic del 11 Maggio 2012: «Fans of Depp's past collusions with Burton will find their rewards along the way. But there's a perfunctory vibe to the goings on, a weariness amid the weirdness.»
  • Tom Long da Detroit News del 11 Maggio 2012: «How bad is "Dark Shadows"? It makes you long for a "Twilight" movie. That's bad.»
  • Stephen Witty dal Newark Star-Ledger del 11 Maggio 2012: «Clearly, they made the movie they wanted to make. It's just not the movie this "Dark Shadows" fan hoped to see.»
  • Stephen Cole dal Globe and Mail del 11 Maggio 2012: «Dark Shadows' only meaningful relationship is between Depp and his audience. He's a persona now, no longer an actor.»

Compra il DVD o il Blu-Ray del Film

COMMENTA questa Recensione del film ''Dark Shadows''icona indice


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.



Avatar di Alice _cult89
Alice _cult89 ha risposto alla discussione #65 8 Anni 8 Mesi fa
Sempre sensazionale l'interpretazione di Johnny Deep che a fianco a Tim Burton non sbaglia (quasi mai!) un colpo. Bella l'atmosfera e bravo anche tutto il resto del cast, ognuno caratterizzato in modo così variegato. Eva Green la più malefica (fa proprio paura!).