Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

5. Recensione del film ''Hannah e le sue sorelle''icona indice


{extravote 1}Con Hannah e le sue sorelle ci ritroviamo davanti ad una delle solite commedie alleniane, ricche di temi esistenziali e altri meno intensamente filosofici, il tutto condito dalla frizzante ironia e sarcasmo del celebre regista e sceneggiatore.

Hannah, interpretata dalla brava Mia Farrow è una donna tuttofare, madre, moglie, sorella, confidente e attrice teatrale di successo, tutta la trama si sviluppa con lei come centro focale, e le storie si dipartono per creare la solita rete relazionale e caotica dei film di Woody Allen.

Sullo sfondo della tanto amata New York si susseguono le storie dei protagonisti principali e secondari; Elliot è il secondo marito di Hannah, un intellettuale frustrato dalla perfezione della moglie e da una vita troppo abitudinaria, Lee, la sorella di Hannah diventerà per lui quasi un'ossessione, si innamorerà e i due per quasi un anno intreccieranno un rapporto amoroso, portato a termine dalla donna, stanca di dover condividere con lui quel peso, innamorandosi di un altro uomo e vedendo soprattutto l'amore che Elliot prova ancora per la sorella.

 

Holly, la terza sorella, è un'aspirante attrice che vive nell'ombra di Hannah, attrice famosa ed acclamata. Più volte tenta di dedicarsi ad altro (aprire un'agenzia di catering, dedicarsi ad un uomo), ma solamente alla fine, scrivendo una sceneggiatura autobiografica conquisterà il successo, sia in campo professionale che personale, sposando Mickey, l'ex marito di Hannah.

 

Compra il DVD o il Blu-Ray del Film

Mickey, è un degli anelli che unisce Holly e Hannah, sceneggiatore sull'orlo di una crisi di nervi e sempre in preda a mille paure, ma l'unico personaggio a creare veramente delle gags comiche. In lui, interpretato dallo stesso Woody Allen, sono insite le riflessioni sulla vita e sulla morte, la paura di aver qualcosa di grave e di sentirsi sempre ammalato (ipocondria).

Elliott, vestito un po' come Mickey e indossando gli occhiali, potrebbe essere visto come una copia stessa dell'ex marito, per Hannah, amante della letteratura e dell'arte come lo è Woody Allen. Altro tema caro al regista è il tradimento e la differenza d'età, essi vanno a braccetto o meno (vedi Elliot e Lee o Lee e Frederick, ma anche Holly e l'uomo misterioso).

Un film che ancora una volta, in perfetto stile alleniano indaga sulla psicologia, stile di vita e relazioni, dei suoi personaggi, unendoli in una catena di rapporti, idee e segreti.

Ottimo anche il cast, con un imbranato ma bravo Michael Caine, una brillante e divertente Dianne Weist e forse una un po' troppo statica e distaccata Barbara Hershey.

COMMENTA questa Recensione del film ''Hannah e le sue sorelle''icona indice


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.



Avatar di admingat
admingat ha risposto alla discussione #350 8 Anni 2 Mesi fa
Woody Allen è sempre lui. Un film piacevolissimo da guardare e da riguardare. I dialoghi, le interpretazioni, gli intrecci delle più svariate storie che alla fine arrivano sempre ad incrociarsi. Un film davvero da non perdere persino se lo si guarda nel 2015.