Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

9. Dicono del Film ''I ponti di Madison County''icona indice


Critica Italiana: [1]

  • Alfio Cantelli de Il Giornale del 23 Settembre 1995: «Se i lettori del libro hanno versato fiumi di lacrime la stessa cosa succede agli spettatori più romantici suggestionati dalla bravura degli interpreti e dalla sobria semplicità della regia di Eastwood. Anche se l'iniziale accostamento contemporaneo attraverso il diario in cfloat: right; margin-left: 20px;text-decoration: underline;strongui Francesca rivela la segreta ptext-decoration: underline;strongassione amorosa, letto trent'animg src=/lini dopo la morte della madre dai figli sbalorditi, oltre a sconvolgere la personalità della protagonista in famiglia, toglie al film la densa atmosfera dell'epoca.»
  • Gian Luigi Rondi de Il Tempo del 23 Settembre 1995: «Clint Eastwood come regista, con il sussidio di una sceneggiatura di Richard LaGravenese (quello della 'Leggenda del re pescatore') si è comunque impegnato con molto zelo e se non ha potuto evitare i rischi di un racconto statico ed anche prolisso, fitto di punti morti, è riuscito almeno a dar rilievo ai suoi passaggi sentimentali con indiscutibili tensioni, prossimo spesso alla commozione e, addirittura, al pathos, sorretto non solo da tecniche felicissime (fotografia e musiche, soprattutto), ma dall'interpretazione addirittura straordinaria di Meryl Streep nei panni di Francesca: calda negli impeti amorosi, lacerata nelle rinunce, sempre però con una recitazione volutamente sotto tono 'mimica e gesti' che raggiunge la più raccolta intensità; con delicatissimi accenti. »
  • Oscar Iarussi della Gazzetta del Mezzogiorno del 29 Settembre 1995: «Un film bellissimo sulla nostalgia quella del passato e quella del futuro. Un film sull'amore maiuscolo e ti sorprende come un refolo di vento in una giornata calma. Un film di corpi veri, e di sguardi tenerissimi. Un film di attori straordinari: Clint Eastwood che si autodirige nell'ennesimo ruolo crepuscolare da cowboy dei nostri tempi e Meryl Streep che più di una volta gli ruba la scena, davvero una novella Magnani (c'è una sequenza al telefono che sembra venire dritta dritta da 'La voce umana' di Cocteau-Rossellini).»

 

Compra il DVD o il Blu-Ray del Film

Critica Estera: [2]

  • Richard Corliss del Time Magazine del 27 Ottobre 2008: «Madison County is Eastwood's gift to women: to Francesca, to all the girls he's loved before -- and to Streep, who alchemizes literary mawkishness into intelligent movie passion.»
  • Kenneth Turan del Los Angeles Times del 13 Febbraio 2001: «Screenwriter LaGravenese ought to get the Croix de Guerre for doing battle with Waller's fatuous prose and paring Bridges down to its most appealing fantasy romance essence.»
  • Mike Clark del USA Today del 1 Gennaio 2000: «The gap between touchy-feely and touching isn't easy to span, so credit judicious pruning on the one hand and a beefed-up script on the other for getting perhaps the best possible movie out of Robert James Waller's The Bridges of Madison County.»

COMMENTA questa Recensione del film ''I ponti di Madison County''icona indice


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.



Avatar di sary_cult
sary_cult ha risposto alla discussione #93 8 Anni 5 Mesi fa
Meraviglioso e toccante film che solo due mostri sacri come Meryl Streep e Clint Eastwood potevano interpretare in maniera così coinvolgente e credibile. Quando si toccano i tasti dolenti della famiglia non è mai facile riuscire a creare una pellicola che arrivi al dunque, questa ci riesce e fa anche scendere qualche lacrimuccia.