Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

9. Dicono del Film ''I Tenenbaum''icona indice


Critica Italiana:

  • Mario Sesti de La Repubblica: «Tra assoli d'attore che Anderson porta a temperature impressionanti senza sforzo (persino Gwineth Paltrow sembra una grande attrice e Bill Murray un notevole interprete drammatico) e clamorose truffe psichiche che ogni personaggio assorbe con ammirevole fairplay (tranne l'iracondo Ben Stiller), il film ci racconta una storia enigmatica debordante di segni di vita e sofferenza, cui il rumoroso apologo finale fornisce il definitivo sospetto di una ironia infinita, la stessa che irradia da ogni alba che si sia levata su questo pianeta: ogni personaggio sa di aver sprecato il proprio talento e di essere sopravvissuto tristemente al proprio apogeo, ma il bello, della loro eccentrica umanità, è che essi sembrano essere quelli che meno se ne curano. Sono troppo occupati a difendersi, come tutti, dalle continue trappole emotive che la vita gli para innanzi. In questo siamo tutti uguali. Geni e non.» [1]
  • Valeria Chiari dal sito FilmUp.it: «Straordinario pamphlet contro l'imperante cinema buonista di questi ultimi tempi. Tutti i personaggi di questa sconquassata famiglia non si trattengono mai dal reagire ai colpi bassi e ai rancori e con volontà precisa non lesinano mai le proprie energie per ferirsi a vicenda. Il film Wes Anderson raccontato attraverso dialoghi sofisticati ma graffianti, smitizza quanto basta l'idea della famiglia perfetta e ne costruisce una nuova e altrettanto dissacrante che paradossalmente è in grado di reggere le avversità e ricostruire dalle proprie ceneri una nuova esistenza, non priva di tenerezza. [...].» [2]

 

Compra il DVD o il Blu-Ray del Film

Critica Estera: [3]

 

  • Peter Rainer del New York Magazine del 22 Gennaio 2002: «Anderson is something of a prodigy himself, and he's riddled with talent, but he hasn't figured out how to be askew and heartfelt at the same time.»
  • Steven Rosen del Denver Post del 28 Dicembre 2001: «The Royal Tenenbaums are one of the sweetest, most enjoyable dysfunctional families to be featured in movies.»
  • Desson Thomson del Washington Post del 21 Dicembre 2001: «This is a review telling you to see The Royal Tenenbaums because director Wes Anderson's films are always good. But the recommendation comes carefully measured.»
  • Roger Ebert del Chicago Sun Times del 21 Dicembre 2001: «It's proof that Anderson and his writing partner, the actor Owen Wilson, have a gift of cockeyed genius.»

COMMENTA questa Recensione del film ''I Tenenbaum''icona indice


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.



Avatar di scarabello
scarabello ha risposto alla discussione #536 8 Anni 2 giorni fa
in questo film si evidenziano tutte le doti comiche del grande Gene Hackman... un film suigeneriis, di un'ironia tutta particolare, che utilizza gli stereotipi della grande famiglia per mettere in risalto le diverse caratterizzazioni dei personaggi, ciascuno a modo proprio sapientemente strutturato. consigliatissimo per una serata di risate.