Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

9. Dicono del Film ''I bambini di Cold Rock''icona indice


Critica Italiana: [1]

  • Maurizio Porro da Il Corriere della Sera del 21 Settembre 2012: «Girato nelle tenebre, soprattutto morali, il thriller del francese Pascal Laugier va alla base della paura infantile, a quell'Uomo Nero qui accusato dalla leggenda popolare di aver rapito in 6 anni 13 piccini nella città mineraria di Cold Rock. Jessica Biel, arruffata infermiera sempre bella, patisce e indaga ma la soluzione è un doppio salto mortale nell'inconscio più malato. Un cast che va veloce, qualche lungaggine, troppa voglia di stupire non tolgono al film un'inquietante morbosità non solo fantasy.»
  • Francesco Alò da Il Messaggero del 21 Settembre 2012: «Coraggioso, per non dire incosciente, esordio anglosassone per Pascal Laugier, uno dei francesi del nouveau horror anni 2000 con Aja, Gens e la coppia Bustillo-Maury. (...) Metafisico (forti echi dal King di 'It', 'Grano rosso sangue' e dal Coscarelli di 'Phantasm') o realisticamente cospiratorio? Grande colpo di scena a metà film dopo il quale è difficile prevedere, anche per i più smaliziati, cosa diavolo succederà minuto dopo minuto. Onore a Laugier per averci regalato la prova più straniante della di solito solare e salutista Biel.»
  • Alessandra Levantesi Kezich da La Stampa del 21 Settembre 2012: «Curioso il soggetto, rispecchiante gli effetti devastanti della crisi economica, dell'horror firmato dal francese Pascal Laugier, il cui vero orrore (si scoprirà) consiste nella realtà di un'infanzia derelitta. Laugier dimostra buona mano per le atmosfere torbide e plumbee, ma la sceneggiatura non sorregge le sue ambizioni e lascia il film nel guado di un B movie non privo di spunti di interesse.»
  • Massimo Bertarelli da Il Giornale del 21 Settembre 2012: «A scanso di equivoci, questo non è un horror come, magari, la locandina potrebbe far presagire. Qui siamo dalle parti del thriller, oltretutto con una interessante serie di colpi di scena e una buona regia.»
  • Giorgio Carbone da Libero del 21 Settembre 2012: «Piacerà ai fans di Pascal Laugier ('Martyrs') uno dei giovani leoni dell'horror europeo (quindi già cooptato da Hollywood). Il tema dell'«uomo scuro» è tutt'altro che nuovo, ma Laugier gli dà verve con una regia piena di grinta e di invenzioni.»

 

Critica Estera: [2]

  • Compra il DVD o il Blu-Ray del Film

    Stephen Whitty dal Newark Star-Ledger del 31 Agosto 2012: «If you're a parent who ever, for one cold-sweat second, lost sight of your child at a playground - "The Tall Man" will tap into your darkest fears. And then make them even darker.»
  • Kyle Smith dal New York Post del 31 Agosto 2012: «"The Tall Man" spits out enough scares and twists to maintain our interest, but the film's psycho-sociological layer is almost as cheesy and unconvincing as its low-rent action scenes.»
  • Jeannette Catsoulis dal New York Times del 31 Agosto 2012: «"The Tall Man" opens like a ghost story and closes with its feet firmly in the real world. Until then, Pascal Laugier's chilly little thriller manhandles our sympathies and gladdens our eyes in almost equal measure.»
  • Mark Olsen dal Los Angeles Times del 31 Agosto 2012: «Long on atmosphere and short on sense, "The Tall Man" becomes less gripping as it grows more ridiculous.»
  • Joe Neumaier dal New York Daily News del 30 Agosto 2012: «The movie itself draws on too long, and eventually goes past at least two potential endings and heads right into the ridiculous.»
  • Jordan Hoffman da Film.com del 28 Agosto 2012: «I like to imagine the pitch meeting for "The Tall Man" as something like this: "It will be like 'Twin Peaks,' only absolutely terrible on every level."»

Compra il DVD o il Blu-Ray del Film

COMMENTA questa Recensione del film ''I bambini di Cold Rock''icona indice


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.