Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

9. Dicono del Film ''L'albero della vita - The Fountain''icona indice


Critica Italiana: [1]

  • Claudio Carabba da Magazine del 14 Settembre 2006: «arocco e visionario, Aronofsky, fischiato e offeso al Lido, si lega al corpo mutante di Hugh Jackman e salta dalla Spagna dell'Inquisizione a un domani sterile da Mattatoio n. 5. Sia la spedizione del Conquistador sia la ricerca dello scienziato falliranno; crescerà l'erba sui corpi morti. Più del tempo, che non ha età, siamo noi che ce ne andiamo.»
  • Roberto Nepoti da Repubblica del 16 Marzo 2007: «Il problema è che Darren Aronofsky sceglie di sovraccaricare visivamente le immagini, sempre in bilico tra sogno e incubo; meglio ancora, un incubo a occhi aperti che vorrebbe dar forma all'interiorità turbata del protagonista. A complicare le cose, il percorso a zig-zag tra i secoli è concepito come una serie di proiezioni 'in abisso' di ogni stato del personaggio: il che non semplifica per nulla la comprensione dei fatti. [...] In ogni caso le sue scelte di linguaggio, rubate a uno spot pubblicitario, non appaiono le più adatte per rivelare gli eterni segreti della vita.»
  • Maurizio Porro dal Il Corriere della Sera del 16 Marzo 2007: «Un pataccone tremendo che la Mostra di Venezia voleva far passare per capolavoro massimo [...] n vero pastrocchio in cui il regista Darren Aronofsky ('Requiem for a dream') mette dentro tutto, dal teocon alle alchimie, dalla fiaba al fantasy chiedendo a un kolossal di sontuosa fattura di obbedire alla ricerca della trascendenza, problema che forse solo Bergman aveva messo in gioco al cinema. Fantasmagoria new age che non raccoglie emozione alcuna e spende e spande uno spiritualismo da paghi due prendi tre che non soddisfa nessuno.»
  • Maurizio Cabona da Il Giornale del 16 Marzo 2007: «Per fortuna, fra Mostra e uscita in sala, il regista ha capito e ha tagliato circa dieci minuti. Non abbastanza per cambiare il giudizio in positivo, ma abbastanza per apprezzare il gesto. (...) Già il tipo di storia angoscia. Nei momenti di lucidità, se fuori dal cinema - dove siete entrati nonostante lo sconsiglio - piove molto forte, potrete evocare i precedenti nefasti, a cominciare da 'Sogno di prigioniero' di Henry Hathaway, che fu, non a caso, caro ai surrealisti.»
  • Compra il DVD o il Blu-Ray del Film

    Roberta Ronconi da Liberazione del 16 Marzo 2007: «L'albero della vita' non è certo un film riuscito, ma è denso di intenzioni non comuni, soprattutto all'interno della produzione americana. E' vero, ci sono implausibili richiami alla paccottiglia new age e a fantasiose spiritualità. Ma questo non toglie originalità [...]»

 

Critica Estera: [2]

  • Roger Ebert dal Chicago Sun-Times del 14 Settembre 2007: «I will concede the film is not a great success. Too many screens of blinding lights. Too many transitions for their own sake. Abrupt changes of tone.»
  • Andrew Sarris dal New York Observer del 29 Novembre 2006: «Mr. Aronofsky's outlook on life remains too constantly pessimistic for my taste, and too completely joyless as well.»
  • Anthony Lane dal New Yorker del 27 Novembre 2006: «The movie may have significant truths to impart, although I have my doubts, but it feels too inexperienced, too unworldly, to have earned the right to them.»
  • Dana Stevens da Slate del 30 Novembre 2006: «The Fountain is the story of a gifted artist who dared to reach for the stars and paid for his ambition with a really stupid movie.»
  • Richard Roeper da Ebert & Roeper del 27 Novembre 2006: «This is one of the worst movies of the year.»
  • Joe Morgenstern dal Wall Street Journal del 23 Novembre 2006: «A tagline has been affixed to the campaign -- 'What if you could live forever?' -- and it has a certain resonance, especially after seeing the film, which makes 96 minutes seem like eternity.»

Compra il DVD o il Blu-Ray del Film

COMMENTA questa Recensione del film ''L'albero della vita - The Fountain''icona indice


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.