Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

FILM ''ParaNorman'' (2012 ): Valutazione, Trama, Recensione e Frasi del FilmFilm ''ParaNorman'': 


Valutazione Media: 4.13 su 5:

  • Secondo IMDB: 3,5 stelle su 5
  • Secondo il pubblico di MyMovies: 3,9 stelle su 5;
  • Secondo l'autore di questo articolo: 5 stelle su 5

 

Info Generali:

Titolo Originale: ParaNorman;

Pronuncia del Titolo: "Paranorman";

Titolo Italiano: ParaNorman;

Genere: animazione, orrore;

Anno: 2012 ;

- COMPRA IL FILM
... CLICCANDO ''QUI''

 

 

Uscita in America: 3 agosto 2012 ;

Uscita in Italia: 11 ottobre 2012;

Durata: 92 minuti;

Regia di: Sam Fell, Chris Butler;

Sceneggiatura di: Chris Butler;

 

Attori Principali del film ''ParaNorman'': 

[Kodi Smith-MchPhee] (16anni*) interpreta Norman Babcock;

[Casey Affleck] (37anni*) interpreta Mitch Downe;

[Tempestt Bledsoe] (39anni*) interpreta Sceriffo Hooper ;

[John Goodman] (60anni*) interpreta sig. Prenderghast;

* Età degli attori quando hanno girato il film ''ParaNorman''.

 

 

 

TRAMA del film ''ParaNorman''Indice dell'Analisi del Film ''ParaNorman''


Il film gira attorno la stramba storia di un ragazzino di undici anni, Norman Babcock, il classico personaggio imbranato, solitario, timido, preso in giro dalla massa studentesca, in particolar modo il bullo Alvin e escluso addirittura nell'ambiente famigliare.

Si direbbe un ragazzino insicuro come tanti, ma Norman possiede un dono molto particolare: è in grado di vedere e parlare con i morti, tra cui sua nonna defunta. A questi fantasmi riserva solamente parole cortesi e gentili, persino per quelli meno affabili.

Questo dono, però, porta con sè una "maledizione" che lo costringerà ad entrare in contatto con il reale mondo dei non-morti, dopo che suo zio gli racconta la leggenda di una strega il quale dovrà essere fermata ogni anno da chi è in grado di vedere queste presenze.

Norman, armandosi di tutto il necessario, proverà a salvare la sua città e i suoi amici ma il pericolo è alle porte e il suo compito verrà messo a dura prova quando si accorgerà che niente di quello che sta facendo pare funzionare per impedire l'invasione dei non-morti.

Tra zombies, leggende, streghe e amici un po' toccati si ritroverà a vivere un'avventura dark, a combattere contro la "diversità" per il quale la gente prova paura e orrore, armandosi di un coraggio che neanche agli adulti pare competere. 

 

 

 

Il film ''ParaNorman'' è consigliato a...Indice dell'Analisi del Film ''ParaNorman''


Consigliato? SI ... Nonostante il tema horror è un film d’animazione adatto, specialmente, ai più piccoli ma con dosi di citazioni che faranno divertire anche i grandi. E’ un film che fa riflettere e che surclasserà le più comuni paure che attanagliano la vita di un bambino.

Consigliato perché: un bellissimo lungometraggio, realizzato in stop motion, che tratta i soliti temi dark e orrorifici. Fa divertire, fa riflettere e lascia il ricordo di una bella morale. Candidato all’Oscar come miglior film d’animazione.

Non consigliato perché: per chi non ama i “film per bambini” potrebbe trovarlo ridicolo. Per i piccoli è consigliata la presenza dei genitori, nonostante sia realizzato per loro.

 

 

 

Recensione ed Opinione del film ''ParaNorman''Indice dell'Analisi del Film ''ParaNorman''


ParaNorman è un lungometraggio d'animazione realizzato in stile stop motion, una tecnica già apprezzata dal famoso e commercializzato "Nightmare Before Christmas" e altre pellicole a venire, capace di regalare a questi famosi temi trattati (per di più horror e dark) un'immagine grottesca e comica insieme.

I due registi, Butler e Fell, basano l'intera vicenda di ParaNorman sui più famosi e più che citati clichè della storia dell'horror, realizzando un cartone animato che guarda in faccia il pubblico dei più piccoli, analizzando le più comuni fobie per sovvertirle fino a incentrarsi sul punto più importante di tutta la trama, ossia: la diversità. Il protagonista è Norman, un ragazzino strambo e timido (comunemente detto freak) che ha il particolare dono di parlare e vedere i morti, tra cui la sua affezzionata nonna, che appare fin dalle prime scene iniziali.

Norman non ne è spaventato e riserva ad ognuno di loro una cordialità affabile che subito lascia intenerire i cuori del pubblico riuscendo ad entrare in empatia con la sua indole umile. Malmenato dal bullo della scuola, deriso da tutti, ignorato dalla famiglia per colpa di questa sua peculiarità al quale nessuno crede, tranne l'amico cicciottello (un altro personaggio ritenuto freak) che rimarrà fedele e al suo fianco per tutto il tempo. 

Quando questo suo "dono" comincia a prendere una piega inaspettata allora il netto contrasto tra ciò che è considerato strano e ciò che è considerato normale diventerà il filo portante che intreccerà tutta la storia. Parte tutto per colpa della leggenda di una Strega che è stata arsa viva dai giudici della città perchè ritenuta strana, l'ingiustizia di questo gesto ha fatto calare una maledizione che si ripete ogni anno, in cui il visionario di turno dovrà placare grazie ad una favola recitata sopra la tomba della strega.

Se non verrà detta in tempo allora la città sarà popolata da una schiera di non-morti che cammineranno in mezzo ai vivi fino a che la terra non li richiamerà a sè. Norman verrà accompagnato da una schiera di personaggi inconsapevolmente emarginati, oltre l'amico ci sarà la sorella bella ma stupida, il giocatore di football mentalmente arretrato, e il classico bullo duro fuori ma "femminuccia" dentro.

La caratterizzazione di questi protagonisti è eccelsa sia nella psicologia che nell'espressioni dell'intero corpo, grazie anche all'assiduo lavoro che ha portato alla realizzazione di questa pellicola dopo ben cinque anni. Butler riesce a prendere dei temi già ampiamente trattati per costruirci attorno una storia nuova, che fa riflettere grandi e piccini, che invoglia il pubblico a non soffermarsi sulla società bigotta e omofobica che addita al "diverso" senza pensare che i veri "mostri" possono essere le cosiddette persone normali.

La fantastica scena finale di Norman con la Strega è un'intensa sequenza di luci e ombre che porteranno alla consapevolezza del vero problema che ha attanagliato il mondo e che ancora continua a farlo. Essere diversi non significa essere dei mostri e le persone di questa cittadina riusciranno a capirne la differenza grazie al cuore puro di un ragazzino.

Un film che fa riflettere ma, più che altro, fa divertire con scene comiche azzeccate e che infarciscono adeguatamente tutte le scene action. Tra l'altro, a sorpresa, si parteciperà al primo coming out della storia nell'animazione cinematografica. 

 

 

 

FRASI CELEBRI del film ''ParaNorman''Indice dell'Analisi del Film ''ParaNorman''


{extravote 2} a) Nonna: “There's nothing wrong with having fear, as long as you do not let the fear of change who you are.” 

[Nonna: “Non c'è niente di male ad avere paura, finché non permetti alla paura di cambiare chi sei.”]

 

{extravote 3} b) Norman:  “The dead are coming!”

[Norman: “Arrivano i mortiiiii!”]

 

{extravote 4} c) Norman: “I wish you could see what I see.” 

[Norman: “Vorrei tanto che vedeste quello che vedo io.”]

 

 

 

TRAILER del film ''ParaNorman''Indice dell'Analisi del Film ''ParaNorman''



Compra il DVD o il Blu-Ray del Film



Compra il DVD o il Blu-Ray del Film


 

 

COMMENTA questa Recensione del film ''ParaNorman''Indice dell'Analisi del Film ''ParaNorman''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.