Film ''Steve Jobs'' (2015): Valutazione, Trama, Frasi del Film, Trailer e Recensione - 4.7 out of 5 based on 3 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

FILM ''Steve Jobs'' (2015): Valutazione, Trama, Recensione e Frasi del FilmFilm ''Steve Jobs'':


Valutazione Media: 3,82 su 5:

  • Secondo IMDB: 3,75 stelle su 5;
  • Secondo il pubblico di MyMovies: 3,72 stelle su 5;
  • Secondo l'autore di questo articolo: 4,00 stelle su 5.

 

Il film ''Steve Jobs'' è un film Biografico, Drammatico del 2015 con Michael Fassbender e Kate Winslet, regia di Danny Boyle. Vi presentiamo il Trailer in italiano e in originale del film ''Steve Jobs'', la sua recensione normale e tecnica, la trama, le opinioni dei lettori e dei critici. A grande richiesta riportiamo anche le frasi del film ''Steve Jobs''.

 

Info Generali:

Titolo Originale: Steve Jobs;

Pronuncia del Titolo: "Stiv Giobs";

Titolo Italiano: Steve Jobs;

Genere: Biografico, Drammatico;

Anno: 2015;

- COMPRA IL FILM
... CLICCANDO ''QUI''

 

 

Uscita in America: 9 Ottobre 2015;

Uscita in Italia: 21 Gennaio 2016;

Durata: 122 minuti;

Regia di: Danny Boyle;

Sceneggiatura di: Aaron Sorkin;

 

Attori Principali del film ''Steve Jobs'':

[Michael Fassbender] (38anni*) interpreta Steve Jobs;

[Kate WInslet] (40anni*) interpreta Joanna Hoffman;

[Seth Rogen] (33anni*) interpreta Steve Wozniak;

[Jeff Daniels] (60anni*) interpreta John Sculley;

* Età degli attori quando hanno girato il film ''Steve Jobs''.

 

 

 

TRAMA del film ''Steve Jobs''Indice dell'Analisi del Film ''Steve Jobs''


“Steve Jobs” è un film del 2015 diretto da Danny Boyle. Dopo lo storico e affascinante spot pubblicitario inserito tra quelli proiettati all’interno del Super Bowl, la società di informatica, chiamata “Apple”, nel 1984 decide di lanciare all’interno del mercato l’innovativo computer denominato Macintosh.

Steve Jobs è il più importante esponente della società e, nelle ore precedenti alla presentazione ufficiale del nuovo prodotto affidata a lui, dirige tutte le operazioni necessarie affinché non sorgano problematiche.

Steve è affiancato da Joanna Hoffman, la sua fedele responsabile del marketing, mentre Andy Hertzfeld è uno dei più importanti tecnici informatici della Apple. Steve è separato dalla moglie Chrisann Brennan e ritiene che la paternità della piccola figlia Lisa non appartenga a lui, in quanto le analisi effettuate non stabiliscono in maniera inconfutabile quella che sembrerebbe un’affermazione oggettiva.

Anche Chrisann e Lisa si presentano nello studio di Steve a pochi minuti dalla presentazione del Macintosh, in quanto Chrisann chiede a Steve, il quale continua a negare di essere padre di Lisa, un sostegno economico.

Nel frattempo anche Steve Wozniak, grande amico di Steve e cofondatore della Apple 2, incontra Steve Jobs affinché quest’ultimo all’interno del suo discorso possa fare menzione di coloro che hanno contribuito all’ascesa della società Apple. Steve Jobs però rifiuta fermamente in quanto la sua attenzione è rivolta esclusivamente nei confronti dell’illustrazione del nuovo prodotto.

Poco prima di entrare sul palco Steve incontra John Sculley, ex dirigente della società “Pepsi”, il quale riveste il ruolo di membro del consiglio di amministrazione della Apple. John sostiene fermamente le idee di Steve, fornendogli il suo pieno supporto.

Il Macintosh però non raggiunge il successo auspicato da Steve Jobs e, a causa dei ridotti guadagni all’interno del mercato, Steve viene licenziato dalla Apple. Steve però non si arrende e nel 1988 organizza un evento volto alla presentazione del computer della nuova società da lui fondata di nome “Next”. Per Steve sarà l’occasione di rincontrare e di affrontare a distanza di anni le stesse persone presenti nella presentazione del 1984 e dalle quali, per differenti motivazioni, si è distaccato. .

 

 

 

Il film ''Steve Jobs'' è consigliato a...Indice dell'Analisi del Film ''Steve Jobs''


Consigliato? SI. La visione del film è consigliata ad un pubblico appartenente a qualsiasi età

Consigliato perché: Consiglio la visione del film in quanto riesce ad analizzare la personalità di Steve Jobs attraverso una narrazione lineare incentrata non sulla scansione cronologica degli eventi salienti della vita del protagonista, ma incentrandosi su tre episodi specifici. La sceneggiatura è brillante e frenetica. Oltre al protagonista principale anche i personaggi secondari sono molto convincenti nelle loro interpretazioni.

Non consigliato perché: Il film potrebbe deludere coloro che sono abituati ad affrontare un film biografico sperando che vengano descritti quasi nei minimi dettagli tutti gli aspetti della vita del protagonista. Un pubblico abituato a film basati maggiormente sulle azioni dei protagonisti potrebbe annoiarsi di fronte ad una pellicola che si caratterizza per la grande quantità di dialoghi. Inoltre è ambientato quasi totalmente in ambienti chiusi e poco dinamici.

 

 

 

Recensione ed Opinione del film ''Steve Jobs''Indice dell'Analisi del Film ''Steve Jobs''


La pellicola incentra la sua attenzione sulla figura di Steve Jobs, un personaggio tanto geniale quanto controverso. In particolare viene effettuata un’analisi nei confronti delle sfaccettature caratteriali più negative e nascoste di Steve Jobs. Jobs è stato un uomo presuntuoso, egoista ed egocentrico. Il suo ego smisurato senza ombra di dubbio lo ha condotto a compiere azioni eccezionali che sono frutto di una convinzione delle proprie capacità intellettive, ma allo stesso tempo è stata la causa del suo atteggiamento superbo e supponente.

La costante ricerca del successo personale ha annebbiato la mente di Jobs, assumendo un ruolo preminente all’interno della sua esistenza e costituendo la priorità assoluta. L’ambizione e lo spirito competitivo hanno rappresentato l’unica vera motivazione all’interno di una vita dedicata esclusivamente al desiderio di poter cambiare il mondo attraverso lo sviluppo tecnologico all’interno del settore informatico.

A causa di questo suo atteggiamento Jobs ha creato un’invalicabile barriera nei confronti delle persone che lo hanno affiancato, aiutandolo a raggiungere tutti gli obiettivi che si era perseguito. Paradossalmente coloro che hanno dimostrato un sentimento di ammirazione e di fascino nei confronti di Jobs sono state respinte da quest’ultimo, il quale non ha dimostrato alcun tipo di riconoscenza e ha assunto un comportamento irrispettoso.

L’egoismo e la ricerca del guadagno economico prevalgono sull’altruismo e sulla solidarietà, e l’unica cosa che conta è quella di ottenere consensi e riscontri positivi da parte dell’opinione pubblica affinché quest’ultima decanti la grandezza di Steve Jobs. L’apparenza e l’estetica sostituiscono la sostanza, perché quello che conta è riuscire a risultare convincenti agli occhi del pubblico.

Il senso di onnipotenza maturato da Jobs ha generato nell’animo di quest’ultimo la convinzione di occupare una posizione di superiorità rispetto alle persone che lo circondano, essendo quindi legittimato a controllarle e a comandarle a suo piacimento senza che queste ultime possano opporsi, dovendo invece idolatrarlo e ammirarlo.

Jobs ha trattato le persone con le quali è stato a contatto come se fossero degli oggetti e non ha risparmiato nessuno, nemmeno la figlia Lisa. Quest’ultima è sempre stata denigrata e paragonata ad un oggetto inanimato, rifiutando addirittura di considerarla la sua vera figlia. L’insensibilità di Jobs ha creato in lui un’insensibilità e una spietatezza quasi disumana e crudele. Probabilmente anche a causa del suo passato tormentato, in quanto è stato adottato dopo il rifiuto della madre di accudirlo, Jobs è incapace di creare legami affettivi e sentimentali sinceri e genuini.

Il suo atteggiamento nei confronti del mondo è di sfida e di diffidenza. Ritiene che un uomo debba acquisire sempre il controllo della propria vita e che non bisogna permettere a nessuno di essere rigettato o accantonato. Il problema è che lui stesso assume questo comportamento, emarginando le persone che hanno sempre dimostrato benevolenza nei suoi confronti sostenendolo anche nei momenti più difficoltosi.

In questo senso nell’animo di Jobs, soprattutto in relazione al rapporto con Lisa, emerge un’immaturità che sfocia nell’incapacità di assumersi le proprie responsabilità, non ammettendo gli errori commessi e rifiutando di affrontare gli ostacoli che la vita pone nel corso del suo cammino. Non è sufficiente offrire un sostegno economico alla famiglia senza però garantire la propria presenza, pensando che il benessere sia proporzionale alla quantità di denaro.

E’ troppo semplice esulare dai propri doveri ed obblighi paterni, ritenendo sufficiente garantire un contributo monetario. Quello che è fondamentale è esprimere un sentimento di amore costante ed incondizionato, cercando di assicurare un sostegno morale e psicologico in qualsiasi momento e compiendo qualsiasi azione volta a rendere felici e serene le persone a noi più care.

A seguito del ritratto di Jobs dipinto all’interno del film si dubita anche della sua genialità, in quanto le sue conoscenze tecnologiche erano inferiori rispetto a quelle dei suoi colleghi. Probabilmente il suo grande punto di forza era rappresentato dalle grandi doti di leadership e dalle abilità comunicative fuori dal normale.

Dietro la sfacciatezza e la sicurezza di Jobs si nasconde però un perenne senso di tormento e di inquietudine causato dai sensi di colpa e dalle incertezze che ha sempre voluto negare. Gli incontri di Jobs con le persone più importanti della sua vita, descritti prima delle tre presentazioni dei prodotti della Apple nel 1984, 1988 e 1998, rappresentano la metafora della sua esistenza. Infatti viene creato un connubio tra il suo vero amore, costituito dalla Apple, e coloro che lo circondano.

Jobs è incapace di gestire questa situazione ma è conscio del fatto che non possa sottrarsi alle sue responsabilità e che debba subire le conseguenze negative delle sue condotte disdicevoli e immorali. Prima di ogni presentazione Jobs affronta i suoi incubi, proprio come un essere umano che è costretto sia a rivivere quotidianamente i ricordi legati al passato che a scontrarsi con la realtà presente, consapevole del fatto che ad entrambi non ci si può sottrarre.

Anche le persone più accondiscendenti nei suoi confronti cominciano a ribellarsi, esprimendo la loro rabbia, il loro disagio e la loro delusione nei confronti dell’arroganza, della sfrontatezza e del disinteresse di Jobs. L’unica persona sempre fedele e presente è stata Joanna Hoffman, la quale rappresenta la coscienza di Jobs, in quanto è sempre stata portatrice di consigli e ha cercato di gestire la vita di Jobs, a causa dell’incapacità di quest’ultimo di riuscire a farlo da solo. Jobs è sempre voluto apparire un essere perfetto e privo di emozioni proprio come i computer ideati dalla sua società.

All’interno di questo quadro negativo emerge la tenacia e la motivazione di un uomo lungimirante, mai arrendevole, intelligente e brillante, il quale possedeva una visione del mondo da un prospettiva differente rispetto agli altri. Ha contribuito a cambiare lo stile di vita dell’uomo, consentendogli di usufruire di servizi e di possibilità che fino a qualche decennio fa erano considerate utopiche e inimmaginabili

Un bel film che, rispetto ad altre pellicole biografiche incentrate sulla descrizione di personaggi celebri realmente esistiti, non idolatra il personaggio principale innalzandolo ad una figura divina e imperturbabile, ma sottolinea i lati negativi dal punto di vista caratteriale e umano del protagonista.

Inoltre non viene narrata l’intera vita di Steve Jobs, ma vengono descritti solo tre eventi significativi all’interno della sua storia esistenziale e professionale. A mio avviso riuscire ad effettuare una disamina cosi completa di un personaggio incentrandosi esclusivamente sugli istanti precedenti alle sue presentazioni è un espediente tanto originale quanto complesso, e il regista è riuscito a rendere la narrazione lineare e convincente.

Efficaci sono risultati anche gli sporadici ma importanti flashback. L’introspezione psicologica è eccellente ed efficace. La sceneggiatura è brillante in quanto i dialoghi sono spesso molto significativi e non seguono la classica alternatività tra domanda e risposta, risultando spesso complessa, frenetica, bizzarra e divertente allo stesso tempo e coinvolgendo lo spettatore.

Il difetto del film a mio avviso è rappresentato dal ricorso ad alcune sequenze forse troppo retoriche e soprattutto ad un finale eccessivamente sdolcinato ed inverosimile rispetto alla storia narrata. L’interpretazione di Michael Fassbender, nei panni di Steve Jobs, è eccellente e superba in quanto è riuscito ad esternare le svariate sfaccettature caratteriali di questo complesso, contraddittorio e discusso personaggio. Ottima anche la prova della grande Kate Winslet, nella parte di Joanna Hoffman .

 

 

 

FRASI CELEBRI del film ''Steve Jobs''Indice dell'Analisi del Film ''Steve Jobs''


{extravote 2} Frase del film n°1:

a) Steve Jobs: We who decide what they need .

[Steve Jobs: Siamo noi che decidiamo di cosa hanno bisogno]

 

{extravote 3}Frase del film n°2:

b) Steve Jobs: I put music in your pocket! 

[Steve Jobs: Ti metterò la musica in tasca]

 

{extravote 4} Frase del film n°3:

c) Steve Wozniak: What do you do? You're not an engineer. You're not a designer. You can't put a hammer to a nail. I built the circuit board! The graphical interface was stolen! So how come ten times in a day I read Steve Jobs is a genius? What do you do? 

[Steve Wozniak: Che cosa fai? Tu non sei un ingegnere. Tu non sei un designer. Non si può mettere un martello per un chiodo. Ho costruito il circuito! L'interfaccia grafica è stata rubata! Allora come mai dieci volte in un giorno ho letto Steve Jobs è un genio? Che cosa fai?]

 

{extravote 5} Frase del film n°4:

d) Steve Jobs: Musicians play their instruments. I play the orchestra.

[Steve Jobs: I musicisti suonano gli strumenti. Io dirigo l'orchestra]

 

{extravote 6} Frase del film n°5:

e) Steve Jobs: The two most significant events of the twentieth century: the Allies win the war, and this.

[Steve Jobs: I due eventi più significativi del XX secolo: gli Alleati che vincono la guerra, e questo.]

 

 

 

TRAILER del film ''Steve Jobs''Indice dell'Analisi del Film ''Steve Jobs''



Compra il DVD o il Blu-Ray del Film



Compra il DVD o il Blu-Ray del Film


 

 

COMMENTA questa Recensione del film ''Steve Jobs''Indice dell'Analisi del Film ''Steve Jobs''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.