Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

5. Recensione del film ''Un Natale per due''icona indice


{extravote 1}Che Natale sarebbe senza cinepanettoni? E Sky ha pensato bene di propinarcene un altro, ebbene si, oltre che al cinema, anche in televisione.

L'avventura di Claudio e Danilo, il loro road movie Catania - Torino, è infatti l'ultima fatica televisiva che vede protagonisti Alessandro Gassman ed Enrico Brignano, il primo che tenta sempre più di assomigliare al padre e il secondo, che con più naturalezza strappa qualche sorriso.

L'incipit del film ricorda molto la situazione italiana attuale: Claudio si presenta nella fabbrica dove Danilo lavora per avviare le procedure di licenziamento di alcuni operai, tra questi anche il suo futuro compagno di viaggio.

Il destino, che poi alla fine del film, si capirà essere stato tutto programmato, vuole che la Polizia requisisca la patente al signorotto giacca e cravatta (Claudio) e questo si trovi costretto a chiedere aiuto ad un ''poveraccio'', che gentilmente lo invita a dividere la macchina per raggiungere il Nord Italia.

Un po' controvoglia, i due iniziano a conoscersi e così anche lo spettatore: Danilo è operaio, single ma con una ragazza che ama anche se ha visto poche volte, sta andando a Moncalieri per trascorrere le festività con i suoi genitori, Claudio invece è diretto a Torino per annunciare agli amici il fidanzamento con Anna, una delle tante donne sparse per l'Italia che lui dice di amare.

Due caratteri opposti, che inizialmente in disaccordo fra loro, durante il viaggio e le mille peripezie, si integreranno: Claudio aiuterà Danilo a dimenticare Carmen e provarci con una delle ragazze conosciute in Puglia, Danilo cercherà di aiutarlo ad arrivare in tempo a Torino.

Compra il DVD o il Blu-Ray del Film

Un Natale per due riserva però una sorpresa nel finale, ricco di flashback e di sentimento, la parte che forse salverei rispetto all'intera pellicola.

Danilo confessa a Claudio di aver saputo sin dall'inizio chi era e di aver archittetato insieme ai colleghi l'intero viaggio e il ritardo affinché la futura moglie lo lasciasse.

Rovinare la vita dell'alto funzionario era lo scopo di tutti gli operai sull'orlo del licenziamento, ma ciò che più stupisce è l'esame di coscienza di Claudio, resosi conto di quanto si sia divertito e trovato bene con Danilo e di quanto lo senta ora un vero amico.

Il finale è il classico ''vissero tutti felici e contenti'' con un ritorno di Gioia, la ragazza pugliese innamorata di Danilo e l'incontro fra la sorella di quest'ultimo con Claudio.

Ciò che ne risulta è un film condito da volgarità, anche se non in maniera eccessiva, attualità, qualche risata e situazione buffa è una buona chimica fra i due protagonisti. Parola del buddy movie firmato Giambattista Avellino.

COMMENTA questa Recensione del film ''Un Natale per due''icona indice


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.



Avatar di sary_cult
sary_cult ha risposto alla discussione #517 8 Anni 3 Settimane fa
Un film simpatico che non ci si aspetta sia così, ma si pensa sia la solita baggianata italiana. Probabilmente aiuta il fatto che in sceneggiatura ci sia quel furbo (in senso buono) di Brizzi che le indovina sempre tutte! Buono il cast: Brignano mi ha sempre fatto molto ridere e Gassman ha l'unica pecca di volere sempre assomigliare a suo padre (senza riuscirci più di tanto).
Avatar di admingat
admingat ha risposto alla discussione #577 8 Anni 6 giorni fa
"Come si suol dire.. una macchina che brucia la strada!" .. Finalmente un film italiano molto divertente che non cade nel demenziale né fantozziano né da cinema panettone (anche se questo film effettivamente è ambientato nel periodo natalizio).
L'abbinata Alessandro Gassman ed Enrico Brignano è azzeccatissima. Un film che vi farà passare una piacevolissima serata con grande ilarità.
Molto consigliato.