Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

FILM ''Vero come la finzione'' (2006): Valutazione, Trama, Recensione e Frasi del FilmFilm ''Vero come la finzione'': 


Valutazione Media: 4.06 su 5:

  • Secondo IMDB: 4 stelle su 5
  • Secondo il pubblico di MyMovies: 3.2 stelle su 5;
  • Secondo l'autore di questo articolo: 5 stelle su 5

 

Info Generali:

Titolo Originale: Stranger than Fiction;

Pronuncia del Titolo: "Strenger den fiction";

Titolo Italiano: Vero come la finzione;

Anno: 2006;

- COMPRA IL FILM
... CLICCANDO ''QUI''

 

 

Genere: commedia, drammatica;

Uscita in America: 10 novembre 2006;

Uscita in Italia: 2 febbraio 2007;

Durata: 113 minuti;

Regia di: Marc Forster;

Sceneggiatura di: Zach Helm;

 

Attori Principali del film ''Vero come la finzione'': 

[Will Ferrell] (39anni*) interpreta Harold Crick;

[Maggie Gyllenhaal] (29anni*) interpreta Ana Pascal;

[Emma Thompson] (47anni*) interpreta Kay Eiffel ;

[Dustin Hoffman] (69anni*) interpreta Jules Hilbert;

* Età degli attori quando hanno girato il film ''Vero come la finzione''.

 

 

 

TRAMA del film ''Vero come la finzione''Indice dell'Analisi del Film ''Vero come la finzione''


Harold Crick è un meticoloso e anonimo agente del fisco, segue una routine quotidiana perfetta da mattina fino a sera, concedendo ad ogni secondo della giornata la giusta importanza.

La pignoleria delle sue azioni sono sincronizzate da un orologio da polso che, in un modo del tutto inusuale, sarà un elemento importante per gli eventi che stravolgeranno la vita di Harold. Lui, infatti, comincia a sentire una voce femminile che descrive ogni sua azione in maniera forbita come una perfetta cronaca delle sue monotone giornate. Ogni cosa della sua vita verrà stravolta, portandolo all'ossessiva ricerca di questa persona dato che, per colpa di una frase sibillina, ne predice la morte.

La disperazione e lo sconforto di Harol accresce, portandolo a rivolgersi ad una psicologa e, infine, ad un rinomato esperto di letteratura, Jules Hilbert. Intanto, dall'altro estremo della storia, si segue la vicenda di Kay Eiffel, una scrittrice di successo, famosa per i suoi romanzi drammatici dal finale tragico. Queste due vicende, collegate tra loro dal classico filo invisibile che unisce realtà e fantasia, s'intrecciano in una storia dai risvolti romantici, comici e cupi, in cui la morte e la preparazione al suo arrivo rimangono un punto cardine per l'intera trama.. 

 

 

 

Il film ''Vero come la finzione'' è consigliato a...Indice dell'Analisi del Film ''Vero come la finzione''


Consigliato? SI ... Lo consiglio ad un pubblico di ogni età, la storia è originale, fresca e il ritmo pacato dell'intera trama lascia il tempo di riflettere i diversi punti importanti della vita di una persona. E' una commedia dai risvolti cupi, con un ottimo Will Ferrell (in una parte diversa dalle sue solite pellicole) e un cast che lo segue a ruota con la giusta intensità emotiva.

Consigliato perché: per chi ama le commedie simpatiche, con quel filo d'amaro drammatico a macchiarne la trama, allora è un film perfetto.

Non consigliato perché: la seconda metà del film è raccontata in maniera più lenta, lascia spazio per riflettere, e potrebbe risultare lenta e noiosa a tratti.

 

 

 

Recensione ed Opinione del film ''Vero come la finzione''Indice dell'Analisi del Film ''Vero come la finzione''


Marc Forster, come già in precedenza ci ha fatto vivere con il suo "Neverland - un sogno per la vita", riesce a trovare la giusta distanza tra chi narra la storia e chi, invece, la vive. Harold Crick è un diligente lavoratore del fisco, segue una vita ordinaria e sincronizzata dal suo orologio da polso. Non si concede vacanze, non ha mai perso giorni lavorativi, non è sposato e non si crogiola in alcun eccesso. Vive la sua vita in maniera monotona e abitudinaria fino a che una voce femminile, senza alcun tipo di preavviso, s'intromette nella sua testa seguendo passo per passo ogni sua mossa.

La destabilizzazione iniziale del protagonista viene messa a dura prova quando la voce, con un classico atteggiamento forbito e pacato, ne predice una fantomatica morte. La disperazione raggiunge gli eccessi e, quando nemmeno una psicologa riesce ad andare oltre l'inequivocabile sintomo di schizofrenia, si rivolge ad un esperto di lettaratura, Jules Hilbert (un eccelso e sarcastico Dustin Hoffman).

La trama è suddivisa in due punti di vista, apparantemente, differenti. La vita di Harold Crick sconvolta da questa cronaca in diretta e la vita di Kay Eiffel, una rinomata scrittrice di romanzi drammatici, colpita dall'immancabile "blocco dello scrittore" per la stesura del suo ultimo romanzo.

Le due storie rimangono intrecciate tra loro fino alla fine, susseguendo vari risvolti emotivi che combaceranno sia con la vita di Harold che con quella di Kay. Grazie a questa vicenda del tutto irreale, infatti, Harold si ritroverà a vivere una vita diversa, trovando anche una leggera spensieratezza in compagnia di Ana Pascal, conosciuta durante un'ispezione alla sua pasticceria. Kay, tuttalpiù, si ritroverà a combattere con il finale di quella storia che dovrebbe portare all'inevitabile morte del protagonista, come una firma perfetta del suo classico operato.

Quando i due si confronteranno si raggiungerà una consapevolezza da ambedue i lati, portando entrambi a riflettere sul tema cardine di tutto quell'intreccio, ossia: la morte. La preparazione ad essa e i possibili risvolti che porteranno al fatale momento lasceranno spazio ad una speranza che aleggerà sul finale per tutto il tempo, focalizzandosi sulla scelta della scrittrice.

Un finale perfetto, in cui l'opera e chi vi è narrato, rimarrà negli annali di un romanzo capolavoro oppure la salvezza di un'anima che, troppo tardi, ha capito l'importanza di quelle piccole sfumature importanti nella vita di un uomo? La vita di Harold Crick è collegata, fin dall'inizio, al suo orologio da polso, il simbolo della sua monotonia così come della sua rinascita. 

 

 

 

FRASI CELEBRI del film ''Vero come la finzione''Indice dell'Analisi del Film ''Vero come la finzione''


{extravote 2} a) Kay Eiffel: ” This is a story about a man named Harold Crick. And his wristwatch.". Nothing is impossible, Mr. Angier, what you want is simply expensive.” 

[Kay Eiffel: “Questa è la storia di un uomo di nome Harold Crick. E del suo orologio da polso.”]

 

{extravote 3} b) Harold Crick: 

[Harold Crick: “Sta zitta! (la voce continua) No, non è vero. Io sto maledicendo te stupida voce, quindi sta zitta e lasciami in pace!".”]

 

{extravote 4} c) Jules Hilbert: ”You have to die. It's a masterpiece.”. 

[Jules Hilbert: “Devi morire. E’ un capolavoro.”]

 

 

 

TRAILER del film ''Vero come la finzione''Indice dell'Analisi del Film ''Vero come la finzione''



Compra il DVD o il Blu-Ray del Film



Compra il DVD o il Blu-Ray del Film


 

 

COMMENTA questa Recensione del film ''Vero come la finzione''Indice dell'Analisi del Film ''Vero come la finzione''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.