Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

9. Dicono del Film ''Warm Bodies''icona indice


Critica Italiana: [1]

  • Gianluca Arnone da Cinematografo del 5 Febbraio 2013: «Dai vampiri agli zombie il passo è breve: ci troviamo in una riesumazione di Twilight in salsa saprofita? Non proprio. A dispetto delle analogie (stessi produttori, benedizione di Stephenie Meyer e un best-seller letterario all'origine), questo Warm Bodies - ideale sottotitolo: La sua droga si chiama Julie - promette di essere un atto unico, dispensa buonumore, ha un regista dal pedigree riconoscibile: Jonathan Levine. Che infonde al film una certa noncuranza, un taglio ironico, una vena surreale. Il che non guasta. Se a questo si aggiunge la capacità di far propria la metafora degli zombie, intesa come malattia dell'anima o disagio psichico o ambedue, i cui sintomi - apatia, mutismo, mancanza di sonno, esplosioni di rabbia improvvise - potrebbero essere riscontrati in qualunque disadattato metropolitano dei giorni nostri, allora ecco che il film diventa un episodio solo leggermente più lieve - e narrativamente più esile - nella filmografia dell'autore.»
  • Marco Triolo da Film.it del 4 Febbraio 2013: «A rendere Warm Bodies quantomeno piacevole è la simpatia del protagonista: Hoult è uno zombie romantico e diverso dalla media dei suoi compari, perché dentro di sé ancora prova sentimenti umani. Dunque, il film è almeno un po' più onesto e sincero della Twilight Saga, in quanto tende smaccatamente al lieto fine e a un tono più da fiaba, con una morale semplice - solo l'amore ci potrà salvare - e una storia che abbraccia l'assurdità delle sue premesse e non disdegna lo humor e l'ironia.»

 

Critica Estera: [2]

  • Compra il DVD o il Blu-Ray del Film

    Richard Roeper da Richard Roeper.com del 3 Febbraio 2013: «This is a bloody fresh twist on the zombie genre.»
  • Peter Travers dal Rolling Stone del 2 Febbraio 2013: «Warm Bodies even suggests that true love can help the right zombie grow a new heart. That's a con job that makes Bodies lukewarm at best.»
  • Lisa Schwarzbaum da EW del 3 Febbraio 2013: «Warm Bodies is a funnier and pleasantly cheaper-grade movie than Twilight that aims to draw in both Bella & Edward lovers and haters.»
  • Christopher Orr dal The Atlantic del 1 Febbraio 2013: «Though R's mind is nimble in (very witty) voiceover, out loud he can only express himself in a series of groans and grumbles--as touching a metaphor for love-struck adolescence as we may see at the movies this year.»
  • Mary F. Pols da TIME Magazine del 1 Febbraio 2013: «There are so many clever lines and bits of physical comedy worth revisiting that the movie seems like a likely cult classic, but it's more inclusive than that.»

COMMENTA questa Recensione del film ''Warm Bodies''icona indice


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.